Portogallo ai quarti, ma che fatica: Slovenia battuta ai rigori

Nella foto: Diogo Costa abbracciato dai compagni - Credit Uefa - (Photo by Ryan Pierse - UEFA/UEFA via Getty Images)

La vince il Portogallo che diventa la sesta formazione a guadagnare i quarti di finale dopo Svizzera, Inghilterra. Germania, Spagna e Francia. Battuta a fatica la Slovenia solo ai calci di rigore. Decidono le parate del portiere lusitani che para tre tiri dal dischetto, non sbagliano invece I portoghesi che ai quarti incontreranno la Francia.

Il Portogallo non graffia Dominano i lusitani, ma sono imprecisi. Soprattutto Cristiano Ronaldo che non inquadra mai la porta difesa da Oblak. Sloveni rintanati dietro, preoccupati di bloccare le folate di Leao. Primo tempo dominato da tanti errori. Ripresa con una sola squadra in campo, il Portogallo che assedia l’area slovena. Oblak salva su un bolide di Ronaldo su punizione, Slovenia alle corde. Vitinha murato da Cerin, poi resiste agli assalti di Leao e a Ronaldo ma non ti invia a provare qualche ripartenza. Portogallo a trazione anteriore, entrano anche Conceicao e Diogo Jota. Occasionissima per Ronaldo a un giro di lancette dalla fine, Oblak dice ancora no. Quattro di recupero, Portogallo a testa bassa, ma non passa. Novanta non bastano, si va ai supplementari.

Rigorosamente Portogallo La partita si apre perché la Slovenia ogni tanto ci prova approfittando della confusione nella manovra da parte dei portoghesi. La possibile svolta sull’inserimento di Diogo Jota steso in area da Drlusic. Orsato aspetta poi indica il dischetto e miracolo di Oblak che ipnotizza Ronaldo. Cristiano in lacrime per l’errore. E si va ai rigori. Sbaglia Ilicic, pareggia Ronaldo che stavolta non sbaglia:1-1. Sbaglia an he Valjovelic parato da Diogo Costa, non sbaglia invece Bruno Fernanda: 2-0 Portogallo. Diogo Costa para anche su Verbic, Bernardo Silva segna e la chiude. Portogallo ai quarti.

P